mercoledì, ottobre 25, 2006

GdR, Giorno 2

Dove eravamo rimasti?
Ecco, ci stavamo incamminando verso La Gilda, questa fantomatica entità...
La trovammo in fretta seguendo le indicazioni. E' un edificio un po' particolare, molto trafficato di gente e notammo subito uno sportello esterno con una lunga coda fuori.
Ci mettemmo in coda anche noi visto che la coda era formata tutta da gente senza medaglione.
Decidemmo di far parlare Trillian che è un po' più brava nella "diplomazia"... ma me ne pentii all'istante quando mi presentò come il suo "servo"... GRRR!!!
Ottenemmo i nostri due medaglioni da mercanti, di colore diverso, immagino perché io "servo" (GRRR).
Che fare poi? Decidemmo di gironzolare un po' per la città in cerca di maggiori informazioni.
Stavamo cercando un mago potente e ovviamente non passa inosservato: qualcuno deve sapere qualcosa!
La città con nostra sorpresa si mostra essere posta sulle rive di un grande lago navigabile: c'è un porto dove navi salpano in continuazione.
Per farla breve apprendemmo che:
1) I commerci vanno verso una grande città dall'altra parte del lago
2) la via di terra è molto più lunga
3) nel lago c'è una zona molto pericolosa da cui tutti stanno alla larga
4) questa città commercia in grano e altri rifornimenti
5) ci sono guerre in giro piuttosto grosse
Tutto molto interessante...
Nel nostro peregrinare trovammo anche un bambinetto ansioso di venderci informazioni.
Seguimmo i suoi consigli di abbandonare la taverna, covo di ladri a suo dire, e di recarci in un certo negozietto per cercare i libri "storici" che stiamo cercando.
Questo negozietto, insolito e molto diverso dagli altri, era gestito da un vecchietto: ovviamente Trillian non la smetteva più di parlargli...
Almeno scoprimmo che conosceva una certa lingua antica e ci facemmo tradurre l'iscrizione sul cofanetto che mi diede il tipo che ci ha trascinati in questo mondo: pare sia una cosa molto pericolosa con dentro molto vento e casini e distruzione assortita... mammamia!
Mentre eravamo a parlare nel negozietto all'improvviso in finimondo: la città era sotto attacco!
Gente che correva, soldati che combattevano... e nel negozietto fecero irruzione sei cagnacci giganteschi! Fortuna che sbranarono il vecchio e noi potemmo darcela a gambe levate!
Ma la città era piena di queste brutte bestie... ne incontrammo altre tre e non potemmo fare a meno di combattere. La mia ascia fece il suo bel lavoro e potemmo quindi salvarci.

Dimenticavo... prima di tutto il trambusto facemmo anche una visitina all'interno della gilda dove sulla parete trovammo disegnata una mappa gigantesca!
Pezzo di pergamena e via una bella copia... così almeno sappiamo dove diavolo sono collocate queste città!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Comunque sia, i quartieri sud della città sono stati attaccati con catapulte ed evidenti segni di magia. Ci sono stati abbastanza caduti, anche se l'attacco, da parte di sbandati (così dicono), non preoccupa le guardie scelte della cittadina.
Adesso avete scroccato una pozione di cura a testa, una cena e un letto, siete in un centro di raccolta di profughi sul molo.
Iniziate a pensare a un piano... :D

Anonimo ha detto...

E la terza puntata?

Kaonashi ha detto...

La terza puntata aspetta...
Se qualcuno volesse prendersene carico... i permessi in scrittura li avete! ;-)

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e